Una casa a km 0

Ha una superficie di 180 metri quadrati distribuiti su un unico piano, in estate fresca e quasi priva di umidità e calda in inverno permettendo un risparmio energetico ed economico di circa il 70%, oltre ad avere un ottimo isolamento acustico.

Per costruirla sono state utilizzate 400 balle di fieno e 15 metri cubi di legno, tutto reperito da produttori locali e con bassissimi costi di trasporto, una casa a km 0.

una casa a km 0

Eppure non si trova in campagna o in un piccolo paese tra le montagne. Si trova a Roma nel quartiere Quadraro precisamente in via Columella dove ormai partono i ritrovi di ciclicsti e la casa di paglia è diventata un punto di raduno. Lo stupefacente progetto di BAG Beyond Architecture Group, studio di professionisti nato nel 2009 al fine di sperimentare tecnologie alternative che supportino un’architettura più sostenibile.  

La realizzazione è durata 9 mesi e i costi sono di poco più di 1.000€ al mq, quasi un terzo rispetto ai prezzi delle classiche abitazioni.

Tra i vari pregi che vanta l’immobile c’è la sua grande resistenza a fenomeni sismici e, al contrario di quello che si possa pensare, agli incendi. Infatti una parete in paglia compressa e rivestita di intonaco può resistere ad una temperatura di 1100°C fino ad un tempo di 90m.

una casa a km 0

Inoltre, come spesso avviene nei loro cantieri, i progettisti di BAG hanno permesso di partecipare attivamente alla realizzazione giovani professionisti e curiosi, volenterosi di apprendere l’antica tecnica delle costruzioni in paglia ma in chiave moderna.

Anche la proprietaria ha preso parte in prima persona al cantiere e questo ha cambiato la sua vita da cittadina doc, che non immaginava nemmeno lontanamente potesse essere eseguito il progetto di una casa a km 0.