Vetrina

Nell’approfondire alcuni argomenti come lo studio del design, dell’armonia delle forme e dei colori e i risvolti dell’architettura  nell’ambito del marketing e della sensorialità ho avuto la possibilità di sviluppare le competenze necessarie per effettuare campagne di Visual Merchandising.

Il Visual Merchandising, la cui traduzione letterale significa “visualizzazione della merce”

Il Visual Merchandising, la cui traduzione letterale significa “visualizzazione della merce”, si occupa di ideare una strategia commerciale per quanto riguarda il sistema espositivo, sia all’interno del punto vendita che nell’allestimento della vetrina, l’ambientazione, l’illuminazione, la grafica e tutto ciò che consente di inserire il prodotto in modo efficace e appassionante in un ambiente creato per stimolare una reazione positiva nel cliente anche attraverso la stimolazione dei 5 sensi.

Infatti nell’ideare la strategia promozionale è importante tener conto di tutti gli stimoli sensoriali che il cliente può percepire.

La vista è ovviamente il primo dei sensi ad essere stimolato, è fondamentale infatti avere una particolare sensibilità estetica anche nel posizionare i prodotti in modo immediatamente visibile.

Il Visual Merchandising, la cui traduzione letterale significa “visualizzazione della merce”

Per quanto riguarda l’olfatto spesso vengono utilizzate particolari fragranze, anche personalizzate, per essere diffuse nell’ambiente o anche per profumare i prodotti ed è spesso legato anche al senso del gusto.

L’udito è spesso stimolato dei suoni che vengono riprodotti all’interno del punto vendita, che si tratti di una playlist creata ad hoc, di una sinfonia rilassante o di rumori che si possono percepire dal vivo e che caratterizzano il prodotto e lo rendono originale e accattivante.

Anche la possibilità di stimolare il cliente con un esperienza tattile è importantissimo, partendo dal cibo e passando per i tessuti, oggetti di arredamento, gioielli, cellulari…

Proprio la mancanza di possibilità di toccare il prodotto è uno dei pochi limiti rimasti nella vendita online, ed è anche spesso come percepiamo il prodotto dopo averlo tastato che ci da un’idea di un prodotto più o meno di qualità determinando l’acquisto.

Il Visual Merchandising, la cui traduzione letterale significa “visualizzazione della merce”

Non esistono verità assolute nel Visual Merchandising perché tutto dipende dal target, dalla location, dallo spazio che si ha a disposizione e ovviamente dal prodotto.

Si tratta infatti di un lavoro di grande creatività unito a competenze di marketing e strategie commerciali che rendano il punto vendita uno strumento promozionale e l’esperienza del cliente un’occasione di pubblicità.